Articoli

Macchie solari di tipo S

Attualmente è in corso in OAG una ricerca sulla disposizione delle macchie solari sulla superficie del sole.

In breve si sono identificate sino ad ora 4 aree longitudinali della larghezza ciascuna di 14 gradi e denominate A,B,C e D. Tali aree sono ancorate alla posizione relativa Sole-Giove. Per questo motivo sono visibili dalla terra solamente quando essa si trova in loro corrispondenza. Viste dalla terra queste zone si spostano regolarmente verso il lato denominato Est del Sole.

Quando una zona perturbata, ed ancora invisibile,  della superficie del sole passa attraverso queste longitudini sembra venga a formarsi una macchia solare. L’effetto è come quello di un getto di gas invisibile (la macchia potenziale) che si accende passando vicino ad una fiammella (la longitudine di riferimento).

Spesso si verifica solamente una emersione di macchia tipo S (piccola ed instabile) che subito decade.

Però talvolta, macchie già formate vengono aumentate da queste zone in attività ed in dimensioni. Inoltre succede che macchie di tipo S emerse in queste zona evolvano in macchie classiche e numerate SWPC.

La ricerca in corso sta cercando di verificare queste ipotesi. I riscontri ottenuti sono elencati nel database collegato al titolo. Questa attività è in corso da circa 4 anni e sono disponibili anche altri dati osservati in precedenza rispetto a quelli elencati nel link. La ricerca è stata presentata a convegni ed anche pubblicata.

Per maggiori dettagli contattare  il seguente e-mail – osservatorioasge@gmail.com

Vai ad inizio pagina

© 2006-2018 Osservatorio Astronomico di Genova | Crediti | RSS